In questa ricetta ti farò vedere come preparare un ragù vegano usando la soia granulare. Questo sughetto vegetale non ha nulla da invidiare al classico ragù alla bolognese e oltre ad essere una ricetta facile e veloce, è molto saporito, ricco di proteine e perfetto da utilizzare per condire la pasta oppure nelle lasagne.

Niente mi ricorda di più i pranzi domenicali di quando ero bambina della pasta al ragù fatto da mia mamma. Per questo ho voluto ricreare questo piatto tradizionale in versione sana e cruelty free.

Per rendere questo piatto di rigatoni al ragù di soia ancora più light, ho usato un tipo di pasta molto particolare. I “Rigataki” di Zen Pasta sono composti solo da fibre vegetali (fibre di frumento, farina di soia e fibre di Konjac, ovvero fibre solubili estratte dalla radice di una pianta asiatica detta appunto Konjac). Di conseguenza questi rigatoni hanno pochissime calorie e nessun carboidrato. Ideali per chi è a dieta oppure per chi ha voglia di un pranzo leggero senza rinunciare alla bontà di un buon piatto di pasta. Se vuoi vedere i valori nutrizionali dei rigatoni di Zen pasta e avere più info, clicca qui.

La soia granulare (che in commercio si trova anche sotto il nome di macinato di soia, soia disidratata, testurizzata o granulato di soia), si ottiene da una lavorazione della farina di soia con acqua. E’ un prodotto molto ricco di proteine (52 g di proteine per 100 g) ma al tempo stesso povero di altri nutrienti.

Ha un sapore neutro, pertanto il macinato di soia è molto versatile in cucina e una volta reso appetitoso grazie a spezie e verdure, può essere usato per la preparazione di sughi, spezzatini, burger vegetali, ripieni e molto altro.

Ragù vegano di soia

Preparazione 10 minuti
Cottura 15 minuti
Porzioni 2 persone

Ingredienti

Per il ragù di soia

  • 50 g granulare di soia
  • 8 pomodori freschi
  • 1 cipolla piccola
  • 1 cucchiaino brodo vegetale granulare
  • qb sale
  • qb olio evo (opzionale)

Per la pasta

  • 120 g rigatoni di Konjac (pesati a secco)

Procedimento

Per il ragù di soia

  1. Prima dell’uso, la soia granulare va reidratata con dell’ acqua salata bollente per 10-15 minuti. Dopodichè va scolata a pressata per eliminare l’acqua in eccesso per poi procedere alla preparazione secondo la ricetta;

  2. Nel frattempo, trita finemente la cipolla e falla soffriggere con dell'olio evo in una padella antiaderente. Raggiunta la doratura della cipolla, aggiungi i pomodori precedentemente tagliati e il brodo vegetale granulare;

  3. Fai cucinare per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto, e poi aggiungi la soia granulare reidratata e strizzata. Se ti accorgi che il ragù di soia sta diventando troppo secco, puoi aggiungere gradualmente dell'acqua fino a raggiungere la consistenza che desideri. Lascia cuocere il tutto a fiamma bassa per ulteriori 10 minuti.

Per la pasta

  1. Porta a bollore dell'acqua salata in una pentola e poi aggiungi la quantita' desiderata di Rigataki. Fai cucinare per almeno 13 minuti e non preoccuparti di lasciare la pasta in acqua troppo a lungo, perchè questa pasta non scuoce. Scola la pasta e risciacquala con dell'acqua calda, al fine di rimuovere la piccola quantita' di zuccheri che si è creata;

  2. Aggiungi i Rigataki in padella con il ragù di soia, affinchè si combinino al meglio con il sugo.

    Enjoy 🙂

Note

  • 60 g di Rigataki Zen Pasta corrispondono all'incirca ad un piatto di pasta abbondante per una persona, ovvero 200 g dopo la cottura;
  • il brodo vegetale granulare biologico che uso è un mix di sale iodato, fioretto di masi, estratto di lievito in polvere, cipolla in polvere, carota in polvere, aglio in polvere, basilico e prezzemolo in foglia, curcuma in polvere. Lo trovo molto gustoso, sano e versatile in cucina.