Tag: ricetta proteica

Burger vegan di riso e fagioli borlotti

Burger vegan di riso e fagioli borlotti

La ricetta per i burger totalmente vegetali a base di riso e fagioli che vi propongo oggi è realizzata in collaborazione con ZenPasta. Si tratta di una piccola realtà italiana che fa da ponte tra il gusto italiano e la tradizione orientale, nello specifico quella…

Plumcake proteico allo zenzero, limone e semi di papavero

Plumcake proteico allo zenzero, limone e semi di papavero

Siete alla ricerca di un dolce da mangiare per colazione o merenda, che oltre ad avere un sapore particolare e delizioso, sia anche proteico, senza glutine e senza zuccheri aggiunti?! Allora capitate a fagiolo, perchè questo plumcake al profumo di zenzero e limone, è reso…

Smoothie proteico al mirtillo e acai

Smoothie proteico al mirtillo e acai

Che sia una merenda, una colazione o uno snack post workout, uno smoothie è sempre la risposta giusta.

Questo frullato, oltre ad essere velocissimo da preparare e super pratico per le mattine in cui non abbiamo tanto tempo, è anche ricco di proteine, senza zucchero, senza glutine ma pieno di nutrienti!!

Le proteine che ho usato in questa ricetta sono le proteine vegane e crudiste della Vivo Life al gusto “Acai e mirtillo”, che potete trovare QUI. Con il codice ALESSIA10 c’è subito il 10% di sconto su tutti i prodotti del sito www.vivolife.co.uk.

↠↠↠‼HEALTH TIP:
In uno studio le cui referenze potete trovare su Nutritionfacts.org, è stato dimostrato come aggiungere dei frutti rossi come mirtilli, fragole, more, lamponi e altre bacche, nei pasti ad alto contenuto di zuccheri, possa ridurre considerevolmente il picco glicemico nel sangue. La fibra solubile di questi frutti crea un effetto gel nel nostro intestino che rallenta il rilascio degli zuccheri nel sangue. Inoltre, i fitonutrienti di frutti come mele e fragole, hanno il potere di inibire il trasporto degli zuccheri dalla parete intestinale al flusso sanguigno.
Aggiungere una porzione di frutti rossi a cibi ad alto indice glicemico può quindi limitare il picco insulinico. Ad esempio, due ore dopo aver mangiato del pane bianco, si creerebbe un grande picco insulinico. Mangiando lo stesso pane, accompagnato da dei frutti rossi, il picco insulinico risulterebbe notevolmente inferiore. Quindi, nonostante mangiando dei frutti rossi stiamo effettivamente ingerendo più zucchero, il picco insulinico è minore, è ciò ha un grande beneficio sia a breve che a lungo termine. Quindi la prossima volta che fai dei pancake o un porridge… assicurati che ci sia qualche mirtillo di mezzo!??

Smoothie proteico al mirtillo e acai

Preparazione 5 minuti
Tempo totale 5 minuti

Ingredienti

  • 250 ml latte vegetale a scelta (io ho usato quello di riso)
  • 35 g proteine raw vegan gusto "Acai e mirtillo"
  • 1 banana
  • 100 g mirtilli (surgelati o freschi)
  • 1 cucchiaio semi di lino tritati
  • toppings: semi di canapa decorticati

Procedimento

  1. Unire tutti gli ingredienti eccetto i toppings e frullare.

    Aggiungere una spolverata di semi di canapa decorticati e gustare.

Note

Senza contare i toppings e usando il latte di riso, i macronutrienti per questo smoothie sono:

PRO: 29 g

FAT: 7 g 

CARB: 65 g

 

Burger proteici con semi di canapa

Burger proteici con semi di canapa

  SalvaSalva SalvaSalva

Pancakes proteici alle patate dolci

Pancakes proteici alle patate dolci

La prima volta che ho assaggiato i pancakes ero in Canada durante il semestre all’estero che ho fatto quando ero in quarta superiore. Inutile dire che è stato amore a prima vista (anche con il Canada, ma soprattuto con i pancakes). Avevano sopra parecchio burro…

Muffin proteici alla barbabietola

Muffin proteici alla barbabietola

Stravolgiamo l’idea che i dolci debbano per forza essere una cosa poco sana e quindi da mangiare con parsimonia. Questi muffin alla barbabietola sono:

  • vegani
  • senza glutine
  • senza zucchero
  • ricchi di proteine

Si può chiedere di più a un muffin? XD

Apparte gli scherzi, oltre a tutti i pregi precedentemente elencati, dovevano anche avere anche un colore bellissimo… L’impasto, grazie all’uso della barbabietola tra gli ingredienti, aveva un colore rosa fluo. Ma ahimè non ha retto la cottura. Epic fail apparte, il sapore era buono, quindi ho deciso di condividere lo stesso con voi la ricetta. Se conoscete un modo per far sopravvivere il colore della barbabietola alla cottura, oppure altri modi per colorare i cibi senza usare coloranti alimentari non naturali, fatemelo sapere nei commenti 😀

Muffin proteici alla barbabietola

Preparazione 10 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 35 minuti
Porzioni 6 muffin

Ingredienti

  • 90 g farina di ceci
  • 100 ml acqua (o latte vegetale)
  • 1 banana matura (120 g circa)
  • 30 g burro d'arachidi
  • 10 g lievito per dolci in polvere
  • 60 g datteri
  • 110 g barbabietola rossa (circa)

Procedimento

  1. In una ciotola capiente adatta alla frullatura (esiste questo verbo?), mettiamo la farina di ceci e il lievito per dolci. Mescoliamo con un frustino, aggiungendo gradualmente l'acqua;

  2. Dopodiché vi uniamo una banana matura, il burro d'arachidi, i datteri e la barbabietola precedentemente lessata o cotta al vapore e privata della buccia; 

  3. Frulliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere una consistenza cremosa e abbastanza densa;

  4. Dopo aver versato l'impasto in degli stampini da muffin, cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 25 minuti o fino a quando risultano cotti facendo la prova dello stuzzicadenti.

Note

Il burro d'arachidi che ho usato per fare questa ricetta l'ho preso su Vitamincompany. Con il codice ALESSIA10 avrai subito il 10% di sconto (cumulabile alle altre offerte) su tutti i prodotti del brand Vitamincompany acquistabili su www.vitamincenter.it.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Hummus di fagioli

Hummus di fagioli

Solitamente sono una persona a cui piace cambiare e alternare i cibi, sia per non annoiarmi, sia per assumere i vari nutrienti da più fonti. In Israele però, sia per convenienza che per gola, ho mangiato l’hummus di ceci come se non ci fosse un…

Pancakes proteici con 3 ingredienti + “fagiotella”

Pancakes proteici con 3 ingredienti + “fagiotella”

Oggi voglio condividere con voi la ricetta dei pancakes che faccio più spesso. Li adoro perché: sono facili e veloci da preparare; necessitano di solo 3 ingredienti; hanno un buon apporto proteico grazie all’utilizzo della farina di ceci. Visto che mi piace mangiarli spesso, per…

Budino di chia proteico al cioccolato

Budino di chia proteico al cioccolato

Semi di chia 

Che cosa sono?

I semi di chia sono le sementi di una pianta floreale molto diffusa nel centro e nel sud America, la Salvia Hispanica. Ricchissimi di proprietà benefiche, costituivano il cibo di base di antiche popolazioni quali Atzechi e Maya.

Proprietà

  • alto contenuto di acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6
  • ricchi di minerali quali potassio (in quantità doppia rispetto alle banane), ferro (in quantità tripla rispetto agli spinaci), calcio, selenio, zinco e magnesio
  • vitamina c (in quantità 7 volte superiore a quella delle arance)
  • vitamine A, E, B6, niacina, riboflavina e tiamina
  • fonte di proteine
  • buona fonte energetica
  • regolazione del livello degli zuccheri nel sangue, del colesterolo e della pressione sanguigna

Come si usano?

I semi di chia sono molto versatili in cucina. Si possono usare come gelatina o addensante dato che lasciandoli in ammollo per circa 30 minuti nell’acqua, questi la assorbono formando una specie di gelatina. Questa gelatina è utilizzabile al posto delle uova nelle ricette di dolci vegani, oppure nei frullati, nelle salse o come addensante nelle zuppe. La proporzione per ottenere la consistenza ideale è 45 g di semi di chia per 250 ml di liquido. Con i semi di chia ci si può proprio sbizzarrire, aggiungendoli nello yogurt, nella preparazione di impasti per il pane, per la pizza, nelle torte salate oppure per arricchire polpette vegetali. Possono essere usati sia sotto forma di semi che di farina. Nel secondo caso basterà tritarli con un mixer o un macinacaffè.

Essendo molto piccoli, se non vengono masticati adeguatamente (cosa che in generale non accade) allo stesso modo in cui entrano nel nostro corpo, così vengono espulsi, senza che le sostanze presenti vengano assimilate. Se vengono lasciati in ammollo, assorbendo l’acqua si ingrandiscono e diventano più facili da masticare; altrimenti consiglio di tritarli.

 

Budino di chia proteico al cioccolato

Preparazione 5 minuti
Porzioni 1 porzione

Ingredienti

  • 45 g semi di chia
  • 250 ml latte di riso
  • 30 g proteine al cioccolato
  • 20 g cacao
  • 1 cucchiaio sciroppo d’acero opzionale
  • toppings: scaglie di cocco / scaglie di cioccolato / frutta fresca o secca

Procedimento

  1. In una ciotola, combinare insieme tutti gli ingredienti tranne i toppings. Regolare la dolcezza a piacere con lo sciroppo d’acero (dipende molto da quanto sono dolci di loro il latte di riso e le proteine al cioccolato);

  2. Lasciare a riposare in frigo per 3-5 ore, affinché si crei una consistenza "budinosa";

  3. Una volta ottenuta la consistenza desiderata, si può frullare per ottenere una crema liscia, oppure si può servire senza frullare. 

    Guarnire a piacere con scaglie di cocco, frutta fresca, chips di cacao o frutta secca.

Note

Le proteine che ho usato in questa ricetta sono le ISO SOY AL CIOCCOLATO della Vitamincompany.

★Codice per avere subito il 10% su tutti i prodotti vitamincompany: ALESSIA10

 

 

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Burritos vegani al forno

Burritos vegani al forno

Ok. Chi non adora i burritos? Muoio dalla voglia di condividere con voi questa ricetta perchè oltre ad essere buonissima e facile da preparare, è anche un po’ uno “svuota frigo”, visto che con il ripieno ci si può davvero sbizzarrire! Molti pensano che la…