All’inizio di agosto sono partita con mia sorella alla scoperta di alcuni luoghi in Austria che non avevamo ancora mai visitato.
Abbiamo trascorso i primi giorni a Salisburgo per visitare la città natale di Mozart e i suoi musei, per poi dirigerci a sud-ovest, dove abbiamo trascorso una settimana al MoaAlm Mountain Retreat, situato a 1800m nelle Alpi austriache.

La posizione è straordinaria perché la casa si trova proprio ai margini del Parco Nazionale Hohe Tauern, il più grande Parco Nazionale d’Europa e molto vicino al Großglockner, che è la montagna più alta dell’Austria. Inoltre, l’Osttirol è la zona montana meno sviluppata dell’Austria, il che la rende un ambiente autentico, inalterato dal turismo, dove godersi i panorami mozzafiato delle montagne, gli incontri con gli animali selvatici e le tradizioni incontaminate delle persone e della cultura locale.

MoaAlm è un ritiro unico nel suo genere, dove il relax e lo stile di vita attivo si fondono per creare una vacanza dove godersi gli sport all’aria aperta in montagna, la bellezza e la pace della natura, lo yoga, bagni idromassaggio con vista e del delizioso cibo vegano, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti (concorda anche mia sorella onnivora, che è rimasta sorpresa da quanto le è piaciuto il cibo; inoltre la maggior parte degli ospiti non erano vegani e dire che hanno apprezzato sarebbe un eufemismo).

“RelaxinglyActive” è il focus centrale e la missione dei fondatori di MoaAlm Mountain Retreat, Xania e Craig:
credono fermamente che il movimento, l’aria fresca, il buon cibo e il relax che include anche cura ed attenzione al proprio mondo interiore, siano le chiavi per vivere bene, e io non potrei essere più d’accordo.

Visto che in montagna il tempo cambia rapidamente e in maniera drastica durante l’anno, anche le vacanze che vengono offerte cambiano di conseguenza, con lo yoga che rimane una costante. In inverno le principali attività outdoor sono le ciaspolate e lo sci nordico, con la possibilità di fare delle uscite introduttive allo sci alpinismo.
D’estate invece l’attività principale è l’escursionismo.

Durante la nostra vacanza, abbiamo fatto cinque escursioni con guide locali, che con i loro racconti, ci hanno fatto scoprire di più sull’Osttirol e il suo ambiente, tra animali selvatici, bellissime piante e fiori.

All’inizio della settimana il team ci ha chiesto che tipo di escursioni ci interessano e qual è il nostro livello di forma fisica, al fine di adattare e personalizzare le attività in modo che possano essere divertenti e di soddisfazione per tutti i partecipanti.
Le escursioni che abbiamo fatto hanno avuto la durata dalle due alle sette ore e abbiamo iniziato la settimana con una passeggiata più facile così da riscaldarci, per poi incrementare la difficoltà delle camminate.

La natura nella zona di MoaAlm è davvero stupenda, e nonostante il tempo che non era proprio dalla nostra parte, abbiamo potuto comunque godere della vista di paesaggi mozzafiato, bellissime vallate, fiumi, cascate e laghi. Abbiamo anche fatto un’escursione arrivando fino alla baita che sta a metà della montagna del Großglockner.

Xania e Craig hanno anche una location in Croazia sull’isola di Vis, dove le attività spaziano dal kayak, mountain bike, sup, slackline, yoga ed escursionismo, il tutto contornato da cibo vegetale.

La sostenibilità è un altro punto su cui viene posta molta attenzione al MoaAlm Mountain Retreat, quindi è la soluzione perfetta per chi come me è alla ricerca di una vacanza con il minor impatto possibile sull’ambiente.

Le attività sono per lo più human-powered, il cibo prevalentemente locale e biologico, l’acqua arriva direttamente dalla montagna e anche l’energia è fornita in modo da tenere in considerazione l’ambiente.

L’impianto di riscaldamento si basa su una caldaia che come combustibile utilizza solo pellet di legno proveniente da uno dei contadini del villaggio accanto e produce pochissimi rifiuti. Per evitare l’uso eccessivo dei termosifoni durante i mesi invernali, l’isolamento termico è molto importante e di conseguenza la casa è provvista di pareti ben coibentate, un cappotto termico appena installato e finestre con triplo vetro.

L’acqua è riscaldata principalmente dai pannelli solari installati vicino alla casa e la vasca idromassaggio è a legna.
Per mantenere pulita l’acqua della vasca idromassaggio evitando cloro e altri prodotti chimici, utilizzano un sistema di pulizia naturale a base di sali di Epsom e sali del Mar Morto.

Se hai scelto uno stile di vita vegano e vuoi comunque goderti la bellezza delle Alpi austriache – il che a volte può essere difficile poichè i piatti tradizionali non sono affatto vegani – non cercare oltre!

Al MoaAlm Retreat il cibo è vegano, il più possibile locale e biologico.

La colazione a buffet è l’unico pasto che comprende poche opzioni vegetariane come uova, latte e yogurt, provenienti dai contadini del paese vicino. Il buffet offre un’ampia scelta, sia per chi preferisce una colazione dolce, sia per chi la preferisce salata: dalla frutta fresca, latte e yogurt vegetali, tutti i toppings che potresti immaginare (muesli e granola fatti in casa, noci, semi, frutta secca e cereali), pane con creme spalmabili dolci e salate come hummus e nutella vegana fatta in casa, verdure e, naturalmente, succhi di frutta, caffè e tè.

A pranzo, a seconda della escursione che viene fatta durante la giornata, con il gruppo ci fermavamo a mangiare in dei rifugi che abbiamo trovato durante il percorso, ma c’è sempre la possibilità di portare al sacco degli snack e panini preparati a colazione.

A metà pomeriggio, il mio momento preferito della giornata: l’ora della torta. Ogni giorno c’è una torta o un dessert vegano appena sfornato, perfetto per supportare lo stile di vita attivo della montagna. Per merenda di solito bevevo anche un cappuccino con latte vegetale (è il mio punto debole, lo adoro)!

La cena è a tre portate, completamente vegana. Devo dire che non un singolo piatto ha deluso le mie papille gustative! Becca, la chef, è anche una consulente nutrizionale, per questo ci tiene molto a creare piatti gustosi ma allo stesso tempo nutrienti, equilibrati e sani. Se ti è venuta la curiosità di scoprire qualche nuova gustosa ricetta vegana, puoi andare sul sito di Becca: Plant-based-basics.

Ecco alcune foto del cibo che abbiamo gustato durante la settimana:

Una tipica giornata al MoaAlm inizia con una rilassante ed energizzante pratica yoga della durata di un’ora.
Lo studio ha una bellissima vista sulle montagne e quando il tempo lo ha permesso, abbiamo praticato all’aperto, una vera chicca!

Dopo la pratica yoga, di solito facevamo colazione e poi partivamo per l’escursione del giorno. Al ritorno ci aspettava sempre una torta vegana appena sfornata, che era una ricompensa perfetta dopo una giornata di cammino. Prima di cena, ci siamo spesso goduti un bagno nella vasca idromassaggio all’aperto, con la vista sulle montagne che la rendeva ancora più rilassante.

Naturalmente, qua e là, ho anche avuto il tempo di leggere, connettermi e fare belle conversazioni con gli altri ospiti, che erano per lo più viaggiatori solitari con tante storie interessanti da condividere.

Dopo l’idromassaggio, che a volte facevamo anche tardi la sera, gustando uno schnapps fatto in casa e guardando le stelle cadenti (ne ho viste tre!), di solito si cenava, con un pasto gustoso e nutriente, che condividevamo tutti insieme, parlando delle nostre avventure e pianificando il giorno successivo.

Ecco il link al sito web di MoaAlm, dove puoi trovare maggiori informazioni: https://www.wearactive.com/austria-about

Se desideri prenotare una vacanza al MoaAlm Mountain Retreat, puoi utilizzare un codice sconto che hanno gentilmente concesso per voi che mi seguite, ti basterà scrivere nella mail di prenotazione ALESSIA e avrai 100€ di sconto.